Friday, October 03, 2014 5:46:00 PM

Facendo seguito alla pubblicazione del 2 ottobre 2014 sul sito istituzionale del Ministero del lavoro (www.lavoro.gov.it/Strumenti/PubblicitaLegale/Pages/default.aspx)  dell Decreto Direttoriale 1079/2014 dell'8 agosto 2014, che regola l'intervento "Bonus Occupazionale" in attuazione della Iniziativa Occupazione Giovani di competenza del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l’Inps fornisce con la circolare n.118 del 3 ottobre 2014 le istruzioni operative per l’accesso alle agevolazioni.

  L’incentivo economico  è rivolto ai datori di lavoro privati che assumono giovani tra i 16 ed i 29 anni di età non occupati né inseriti in un percorso di studio o formazione registrati al programma Garanzia Giovani. E varia a seconda della tipologia contrattuale adottata e secondo  la classe di profilazione attribuita al giovane, che stima  il grado di difficoltà del giovane nella ricerca di un’occupazione:

-  classe di profilazione 1: difficoltà BASSA;

-  classe di profilazione 2: difficoltà MEDIA;

-  classe di profilazione 3: difficoltà ALTA;

-  classe di profilazione 4: difficoltà MOLTO ALTA.

Le risorse complessivamente messe a disposizione ammonta ad € 188.755.343,66, il contributo spettante ai singoli datori di lavoro  tiene conto delle suddette difficoltà d’impiego e della tipologia di assunzione (Inps, circ.n.118 del 3.10.2014):

RAPPORTO DI LAVORO

classe di profilazione

1

BASSA

2

MEDIA

3

ALTA

4

MOLTO ALTA

rapporto a tempo determinato la cui durata è pari o superiore a sei mesi e inferiore a dodici mesi

-

-

€ 1.500

€ 2.000

rapporto a tempo determinato la cui durata è pari o superiore a dodici mesi

-

-

€ 3.000

€ 4.000

rapporto a tempo indeterminato

€ 1.500

€ 3.000

€ 4.500

€ 6.000

 

L'incentivo è   fruibile mediante conguaglio con i contributi previdenziali mensilmente dovuti, spetta per le assunzioni effettuate a partire dal  3 ottobre 2014 ed è  subordinato a:

  • regolarità prevista dall’articolo 1, commi 1175 e 1176, della legge 296/2006, inerente:  

-  l’adempimento degli obblighi contributivi;

-  l’osservanza delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro;

-  il rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti, stipulati dalle   organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale;

 

  • applicazione dei principi stabiliti dall’articolo 4, commi 12, 13 e 15, della legge 92/2012;
  • che il relativo importo non superi i limiti complessivamente previsti per gli aiuti di stato cosiddetti “de minimis”, ai sensi dei regolamenti comunitari in vigore (illustrati recentemente con la circolare n. 102 del 3 settembre 2014).
  • l’incentivo non è cumulabile con altri incentivi all’assunzione, siano essi di natura economica o contributiva.

Preliminarmente, il datore di lavoro deve inoltrare telematicamente all’INPS la   domanda di ammissione all’incentivo, utilizzando il modello on-line “GAGI”, disponibile all’interno dell’applicazione “DiResCo - Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente”, sul sito internet www.inps.it., nel quale devono essere indicati:

  • il lavoratore nei cui confronti è intervenuta o potrebbe intervenire l’assunzione (a tempo determinato o indeterminato) ovvero la trasformazione a tempo indeterminato di un precedente rapporto a termine;
  • la regione e la provincia di esecuzione della prestazione lavorativa.

A regime,  entro il giorno successivo all’invio dell’istanza, l’INPS, previa consultazione degli archivi elettronici del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, verifica la registrazione del giovane  nel “Programma Garanzia Giovani” e quale è  la sua classe di profilazione. Sulla base di questi dati l’Istituto :

  • determina l’importo dell’incentivo spettante in relazione al tipo di assunzione e alla classe di profilazione attribuita;
  • verifica la disponibilità residua della risorsa, in relazione alla regione o provincia autonoma di pertinenza;
  • in caso di disponibilità delle risorse, comunica – esclusivamente in modalità telematica - che è stato  prenotato in favore del datore di lavoro l’importo dell’incentivo, calcolato per il lavoratore indicato nell’istanza.

La comunicazione dell’INPS è accessibile all’interno dell’applicazione “DiResCo” e la sua ricezione fa scattare il calendario degli adempimenti:

  • Entro sette giorni (lavorativi) il datore di lavoro deve,  se ancora non lo ha fatto, effettuare l’assunzione ovvero la trasformazione;

 

  • Entro quattordici giorni lavorativi dalla ricezione della comunicazione di prenotazione positiva dell’Istituto, il datore di lavoro ha l’onere di comunicare – a pena di decadenza - l’avvenuta assunzione o trasformazione, chiedendo la conferma della prenotazione effettuata in suo favore; la comunicazione deve essere effettuata mediante l’apposita funzionalità che sarà resa disponibile all’interno dell’applicazione “DiResCo.”
Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché non a scopo di lucro e sempre che metta in evidenza che il testo riprodotto è tratto da www.gheido.it