Friday, September 12, 2014 8:39:00 AM

I datori di lavoro  potranno versare il contributo ordinario al Fondo residuale dell’Inps , dovuto per le mensilità da gennaio a settembre 2014, entro il giorno 16 dicembre 2014, senza applicazione di sanzioni ed interessi.

Lo precisa l’Inps con il messaggio n.6897 dell’8 settembre scorso, intervenendo sulle istruzioni fornite con la circolare n.100 del 2 settembre 2014, che prevedeva, invece, che le somme dovute fossero gravate di sanzioni ed interessi. I contributi relativi al mese di ottobre dovranno essere, invece, versati entro il 16 novembre 2014.

L’obbligo riguarda i datori di lavoro con più di quindici dipendenti, operanti in settori per i quali non è previsto l’intervento della cassa integrazione ordinaria e che ancora non hanno costituito i Fondi bilaterali di solidarietà istituiti dalla legge n.92/2012. Peraltro, ancora non è stato risolto il quesito relativo ai settori che  hanno costituito i Fondi che ancora non hanno, però, ottenuto il decreto ministeriale che ne formalizza l’avvio. I datori di lavoro appartenenti a questi settori dovrebbero  comunque contribuire al Fondo residuale che tratterrà quanto versato anche se, successivamente il Fondo specifico diventerà operativo. La norma di legge prevede, peraltro, la sospensione dell'obbligo di contribuzione al Fondo di solidarietà residuale  qualora alla data del 1º gennaio 2014 risultino in corso procedure finalizzate alla costituzione ed all’adeguamento di Fondi di solidarietà bilaterali. Qualora però il Fondo di solidarietà non sia costituito entro il 31 marzo 2014, l'obbligo contributivo a favore del Fondo residuale è comunque ripristinato anche in relazione alle mensilità di sospensione. La sospensione, infatti,  è disposta con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, ed opera fino al completamento delle medesime procedure e, comunque, non oltre la data del 31 marzo 2014. Da qui l’inclusione dell’Inps anche in relazione ai settori dove è ancora i corso l’iter di costituzone del fondo.

Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli, purché non a scopo di lucro e sempre che metta in evidenza che il testo riprodotto è tratto da www.gheido.it